.

Chi è online

 15 visitatori online

Cosa è successo all'Assemblea Regionale AGESCI? PDF Stampa E-mail
Scritto da Paolo Grossholz   
Lunedì 19 Novembre 2012 15:04

6 Aprile 2013 - incontro metodologico per Capi sulla PPU

(...)  l'evento regionale dello scorso 6 aprile 2013 ha visto molti capi della Regione Piemonte confrontarsi sulla tematica della Progressione Personale Unitaria, che è stata affrontata e approfondita da diversi punti di vista: quello delle Branche, quello della Co.Ca., quello dei settori. In questo articolo vorremmo, nel tempo, raccogliere tutto il materiale inerente l'evento, affinchè possa essere d'aiuto ai singoli capi e alle Co.Ca. per svolgere ulteriori approfondimenti e intavolare nuovi confronti (VI RIMANDIAMO ALLA PAGINA DI AGESCI PIEMONTE)


18 novembre 2012 - incontro metodologico e Assemblea - comunicato stampa

La famiglia che cambia: gli scout dell'AGESCI Piemonte puntano su ascolto dei ragazzi, rete con genitori ed esperti, accoglienza

La sfida posta dalle nuove forme familiari va colta nell'interesse dei ragazzi, costruendo reti con genitori ed esperti, aprendosi all'ascolto e alla condivisione, secondo l'ottica di un'associazione che ha come orizzonte l'educazione e come faro il Vangelo. Questa, in estrema sintesi, la linea che emerge dall'Incontro metodologico dei Capi scout dell'AGESCI Piemonte su La famiglia che cambia, svoltosi domenica 18 novembre, a Novara, presso il Cineteatro Sacro Cuore, in piazza Sacro Cuore.

L'incontro di approfondimento e di formazione si è combinato con la seconda Assemblea regionale del 2012 che ha eletto il nuovo Responsabile regionale, Marco Fontana, ma anche, nella persona di Giorgio Carlini, uno dei sette Consiglieri generali che rappresentano l'AGESCI Piemonte nel Consiglio generale dell'Associazione a livello nazionale.

Nella mattinata i Capi si sono confrontati, per gruppi di lavoro, con testimoni ed esperti sui temi delle nuove famiglie, sui processi di impoverimento sociale e culturale delle famiglie, sul confronto fra genitori e figli, come pure sulla famiglia come risorsa sociale, umana ed ecclesiale.

Nel pomeriggio si è svolta una tavola rotonda a partire da quanto emerso dai gruppi di lavoro: mons. Giuseppe Anfossi, vescovo emerito di Aosta ed ex presidente della Commissione CEI per la famiglia e la vita, Chiara Bertone, sociologa dell'Università del Piemonte Orientale, Augusto Ferrari, assessore alla Politiche sociali del Comune di Novara, Cinzia ed Aldo Panzia Oglietti, già responsabili della Pastorale familiare per Piemonte e Valle d'Aosta, hanno così reagito a partire da alcune parole chiave come accoglienza, ascolto dei ragazzi, alleanza tra lo scautismo e le famiglie, rete con esperti e genitori, formazione dei Capi.

Chiara Bertone ha posto l'accento sulle difficoltà ma anche sulle potenzialità della grande trasformazione che ha investito la famiglia, mentre monsignor Giuseppe Anfossi ha indicato nella gioia un carattere specifico della famiglia cristiana e ha sottolineato la necessità per i cristiani di riconoscere e valorizzare tutto il buono che emerge anche da nuclei familiari fuori dal matrimonio-sacramento. Cinzia ed Aldo Panzia Oglietti hanno ricordato l'importanza che la famiglia tuttora conserva come luogo della vita ecclesiale, mentre Augusto Ferrari ha invitato a rispondere alla grave situazione di impoverimento creato dalla crisi e dal taglio delle risorse per il welfare, con una strategia che punti sulla prossimità sociale e sulla dimensione comunitaria, superando l'individualismo.

Ultimo aggiornamento Martedì 16 Aprile 2013 17:03
 
bottom

Powered by Staff Informatica - Alessandriascout - CMS: Joomla!.
Designed by: Free Joomla 1.5 Template, web hosting. Valid XHTML and CSS.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information